Crea rettangoli

Inkscape
Crea rettangoli e quadrati
Crea rettangoli e quadrati

Lo strumento Crea rettangoli e quadrati inserisce nella scena una forma “oggetto” con l’ausilio di alcuni parametri, editabili dalla barra delle opzioni, come mostrato nella figura in alto.

Si attiva dalla barra degli Strumenti o con il comando da tastiera F4. L’opzione L e l’opzione H gestiscono rispettivamente le dimensioni di altezza e larghezza, mentre l’opzione Rx e Ry i raggi di curvatura degli angoli, le unità di misura le troviamo subito dopo, alla fine della barra c’è un’icona che serve proprio per riportare tutti gli angoli dell’oggetto a 90°.

Tutte le caselle di controllo accettano le quattro operazioni, quindi ad una determinata misura si può addizionarne un’altra come sottrarla, dividerla o moltiplicarla, è sufficiente inserire il segno dell’operazione più il nuovo valore alla fine del numero nella casella numerica.

Nell’animazione in basso, la creazione di un oggetto rettangolare, come possiamo notare una volta creato l’oggetto, questo presenta delle maniglie, quelle poste agli angoli di forma quadrata sono di trasformazione mentre quella posta in alto a destra, di forma rotonda, serve a creare la raggiatura degli angoli.

creazione-rettangolo

Quando si crea un oggetto, questo conserva i dati parametrici finché non viene trasformato in tracciato, quindi, anche se creassimo altre forme nella scena, potremmo editare, attraverso i parametri di creazione, quell’oggetto facendo doppio clic su di esso.

Gli oggetti ma anche i tracciati, oltre ai dati sopra citati hanno anche altre caratteristiche, possono essere riempiti di un qualsiasi colore e possono avere un contorno. Per assegnare all’oggetto un certo colore di riempimento e di contorno ci sono diversi metodi.

È bene ricordarsi che un oggetto senza contorno e senza riempimento, una volta deselezionato, risulterebbe invisibile agli occhi, per i motivi appena citati.

Uno dei metodi più veloci per assegnare un colore di riempimento e di contorno è quello di agire nella barra dei campioni colore posta in basso nella finestra, come mostrato nella figura in basso.

Barra campioni colore

Per assegnare un colore di riempimento clicchiamo su uno dei colori presenti nelle slot della barra campioni, in questo modo l’oggetto si colorerà del colore selezionato. Per dare un colore al contorno, mentre selezioniamo un colore dalla barra campioni teniamo premuto il tasto MAIUSC.

Esistono altri due metodi per ottenere lo stesso risultato, sempre dalla barra campioni, fare clic con il tasto destro del mouse su un determinato colore e dal menu che si apre scegliere Imposta riempimento o Imposta contorno, come mostrato nella figura in basso.

Imposta colore riempimento e contorno con tasto destro del mouse

Un altro metodo è quello di aprire la scheda Riempimento e contorni, si attiva in modo veloce col comando da tastiera MAIUSC+CTRL+F oppure cliccando sull’apposita icona posta in alto della finestra, come mostrato nella figura in basso.

Apri scheda riempimento e contorno

La scheda Riempimento e contorni permette una gestione del riempimento e del contorno molto più accurata, si può anche modificare lo spessore del contorno così come la tipologia. In generale il riempimento di un oggetto ed il suo relativo contorno non si limita alla sola tinta unita, ma contempla anche il riempimento tramite gradiente Lineare, gradiente Radiale, gradiente a Maglia, riempimento con Motivo e la possibilità di inserire un campione colore, per crearsi una propria palette dei colori.

Nelle tre immagini sotto, la scheda nelle tre diverse modalità, ossia, Riempimento, Colore contorno e Stile contorno.

Con l’oggetto sempre selezionato possiamo intervenire sul suo riempimento e modificarlo sia in tonalità, colore, saturazione e anche opacità.

Analizziamo la scheda Riempimento, la prima figura a sinistra: in ordine, dall’alto verso il basso, incontriamo un gruppo di otto icone e un gruppo di due. Nel gruppo di otto:

  • con il simbolo X togliamo il riempimento all’oggetto;
  • con il primo quadrato gli assegniamo un colore a tinta unita;
  • con la terza icona un gradiente lineare;
  • con la quarta icona un gradiente radiale;
  • con la quinta icona un gradiente a maglia;
  • Con la sesta icona un riempimento con motivo;
  • Con la settima icona si crea un campione colore;
  • con l’ottava icona si disattiva il riempimento, per questo vedremo più avanti l’utilità;

I colori possono essere modificati attraverso i cursori posti più in basso, anche per questi c’è la possibilità di sceglierne il metodo colore, ossia che tipo di colore assegnare in base all’utilizzo che se ne deve fare.

  • RGB (Red, Green, Blue) utilizzato perlopiù per essere visualizzato su monitor o TV e per il web, qui la descrizione completa;
  • HSL (Hue, Saturation, Lightness), è un altro metodo che si basa sulla percezione che in teoria avrebbe l’essere umano, per avere maggiori dettagli cliccare qui;
  • CMYK (Ciano, Magenta, Yellow, Black), utilizzato prevalentemente per la stampa tipografica, una descrizione completa qui;
  • RUOTA non utilizza un metodo conosciuto, attraverso il cursore sul cerchio e la maniglia sul triangolo si ottiene la miscela colore desiderata;
  • CMS (Color Management System), funziona solo se abbiamo un programma che gestisce il profilo colore del monitor, infatti in assenza di esso si può gestire solo l’opacità, quindi se ne sconsiglia l’uso, per una descrizione completa cliccare qui.

Ogni metodo di colore ha la possibilità di gestire l’opacità o la trasparenza, sempre attraverso il cursore apposito.

Nell’animazione in basso, una panoramica della scheda Riempimento e contorni.

Potrebbero interessarti anche...

Top