Omega Seamaster – Inkscape

Inkscape
Avanzato

File allegato: Omega-Seamaster

In questa guida cercheremo di replicare, in forma illustrativa, una rappresentazione dal vero di questo orologio, il famoso Omega Seamaster.

Ovviamente, come già premesso, non verranno replicati i minimi particolari come le texture dei materiali e i riflessi che essi producono.

Importiamo quindi in Inkscape la foto dell’orologio, allegata in testa all’articolo, e scaliamola per farla rientrare nella pagina A4.

Osservando bene l’immagine e posizionando diverse guide per capirne la centratura, si capisce da subito, che il fotografo, per quanto bravo, non sarebbe mai riuscito a ricreare la perpendicolarità perfetta all’occhio di chi lo osserva.

Spostiamo, quindi, l’immagine alla destra o alla sinistra dell’area di disegno. Ci servirà come rifermento per i colori e per costruire tutti i particolari di cui avremo bisogno.

Una volta messo fuori dai bordi della pagina rinominiamo, dal pannello Livelli, il livello in Sfondo immagine e blocchiamolo cliccando sul lucchetto vicino al nome.

Creiamo subito dopo un altro livello, sopra quello esistente, e rinominiamolo Illustrazione o come si preferisce.

Il primo elemento che andremo a realizzare è la ghiera dentata che circonda la cassa dell’orologio.

Attiviamo lo strumento Crea cerchi e disegniamo, sull’immagine, un cerchio che vada a lambire i denti della ghiera. Come detto in precedenza, il disegno del cerchio sull’immagine è solo orientativo, perché l’orologio, per quanto sia difficile capirlo ad occhio, non è perfettamente tondo.

Assegniamo al cerchio solo il contorno, senza riempimento.

Duplichiamo il cerchio con il comando Ctrl+D e lo scaliamo fino a lambire l’inizio della ghiera, come mostrato nell’immagine a sinistra.

Spostiamo le due circonferenze all’interno della pagina e con lo strumento Disegna tracciati, creiamo un tracciato come mostrato nella figura a sinistra.

Per crearlo, disegniamo prima la sua metà per poi duplicarlo, specchiarlo e unirlo in un solo elemento.

Allineiamo adesso, sull’asse verticale, il tracciato appena creato in relazione a uno dei due cerchi, come mostrato nell’immagine.

Ghiera con Crea cloni in serie

Prima operazione da fare è abilitare gli snap dalla barra degli Agganci e in particolare quelli relativi ai centri e ai centri di rotazione, come mostrato nell’immagine.

Cancelliamo il cerchio più esterno.

Adesso dobbiamo spostare il centro di rotazione del tracciato in coincidenza col centro del cerchio rimasto, per farlo, clicchiamo due volte sul tracciato, ma con un intervallo di un secondo tra un clic e l’altro, altrimenti attiveremmo la modalità modifica nodi, e come mostrato nell’immagine compare al centro dell’oggetto un “crocino” che sta proprio ad indicare sia il centro dell’oggetto sia il centro di rotazione.

Spostiamo il crocino al centro del cerchio, ci verranno in soccorso gli agganci attivati che ci diranno quando abbiamo raggiunto il centro di rotazione del cerchio, come mostrato nell’immagine a sinistra.

Dal menu Modifica »» Clona »» Crea cloni in serie apriamo la relativa finestra di dialogo.

Nella scheda Simmetria deve essere selezionata la voce P1: traslazione semplice.

In basso nel pannello impostare 1 per le Righe e 160 per le Colonne. Il numero 160 sono gli elementi che verranno ripetuti in rotazione attorno al cerchio.

Nella scheda Spostamento impostiamo il valore di -100 sull’asse X delle Colonne.

Nella scheda Rotazione impostiamo un valore di 2,250° per ogni angolo nella colonna.

Il valore di 2,250 si ottiene dividendo 360 che è l’angolo intero di rivoluzione per il numero di copie che abbiamo intenzione di clonare, quindi 360:160= 2,250.

Clicchiamo sul tasto Crea.

Ecco che abbiamo le nostre belle copie attorno al cerchio.

Come si vede dall’immagine a sinistra, ad operazione effettuata, rimane un elemento selezionato, è l’elemento di origine, dobbiamo preservarlo, perché sopra ad esso, per completare la rivoluzione di 360° c’è una copia che lo nasconde.

Clicchiamo, quindi, in un’area vuota nella scena per deselezionarlo e clicchiamo di nuovo su quello stesso elemento, in questo modo stiamo selezionando l’elemento clonato che giace su quello d’origine, appena selezionato cancelliamolo con il tasto Canc.

Selezioniamo il cerchio e spostiamolo fuori dalla nostra vista, lo ricentreremo più tardi.

Con una selezione a finestra selezioniamo tutti gli elementi appena clonati e digitiamo il comando da tastiera Maiusc+Alt+D, per rimuovere il collegamento tra gli oggetti clonati e l’originale e farli diventare elementi separati.

Nel caso avessimo deselezionato tutti gli elementi ripetere la selezione a finestra di tutti gli elementi e clicchiamo sullo strumento Modifica tracciati dai nodi.

Con lo strumento attivo ripetiamo la selezione a finestra per selezionare tutti i nodi.

Ora dobbiamo unire tutti gli elementi tra di loro, nella barra dello strumento clicchiamo sull’icona Unisce i nodi finali selezionati, come mostrato nell’immagine in basso evidenziata da cursore posizionato sull’omonima icona.

Unisce i nodi finali selezionati

Nell’immagine a sinistra tutti gli elementi uniti in un solo elemento.

Attiviamo il pannello Allinea e distribuisci e selezioniamo il cerchio spostato dalla vista in precedenza, selezioniamo poi la ghiera dentata, appena creata e centriamo il cerchio sulla ghiera stessa.

Nell’animazione in basso la procedura di allineamento.

Ora abbiamo necessità di forare la ghiera sfruttando il cerchio appena centrato, per farlo però bisogna prima togliere il contorno a tutti e due gli elementi e riempirli di due colori diversi, come mostrato nell’immagine a sinistra.

Dal menu Tracciato »» Differenza per bucare l’oggetto e togliere il cerchio ma lasciare lo spessore.

Nell’immagine a sinistra un particolare ingrandito della ghiera.

In un ripensamento successivo ho deciso di dare più margine alla ghiera, quindi ho ridotto il diametro del cerchio interno di poco, il risultato nell’immagine a sinistra.

Gli ho assegnato una colorazione grigia senza contorno.

Duplichiamo la ghiera con il comando Ctrl+D e spostiamola per visualizzarla.

Assegniamo un riempimento grigio al 70% o se preferite l’esadecimale #4D4D4D, come mostrato nell’immagine.

Apriamo ora il pannello Trasforma con il comando Maiusc+Ctrl+M, si apre la relativa finestra di dialogo, mostrata nell’immagine a sinistra, e impostiamo un valore di rotazione di -0.2° per farla ruotare in senso orario quel poco che serve per dare poi un leggero effetto ombra o quello che oggi viene chiamato Ambient occlusion.

Dal pannello Riempimento e contorni, sempre con la ghiera duplicata selezionata, impostiamo un’opacità di 0,3, il valore deve essere messo a mano, in quanto il cursore si muove a step da un’unità alla volta.

Nell’immagine a sinistra il risultato.

Selezioniamo ora la ghiera originale e sempre dal pannello Riempimento e contorni clicchiamo sull’icona Gradiente radiale, aggiungiamo un ulteriore passaggio di sfumatura (#CACACA) e assegniamo i colori come mostrato nell’immagine.

Accoppiamo le due ghiere con lo strumento Allinea e distribuisci e poi raggruppiamole per maggior comodità.

Nell’immagine a sinistra il risultato, cliccare per ingrandire.

Disco rivestimento ghiera

Disegniamo, ora, due cerchi, il primo che abbia la stessa dimensione del diametro interno della ghiera, il secondo per la profondità, ricavabile dall’immagine di riferimento.

Applichiamo poi un gradiente radiale con i colori e le posizioni dei passi mostrati nell’immagine a sinistra.

Allineiamo il rivestimento al centro della ghiera ed in modo che sia posizionato sopra la ghiera e non sotto.

Nell’immagine a sinistra l’accoppiamento dei due elementi.

P.S.: ogni tanto ricordiamoci di salvare il documento.

Anello cassa

L’anello che segue subito dopo quello della ghiera è l’anello della cassa, in acciaio, la procedura è sempre la stessa adoperata in precedenza.

Il colore di questo anello è #ECECEC.

Creazione del fermavetro

Il ferma-vetro è un anello interno che serve appunto per appoggiare il vetro che vada poi a filo con l’anello della cassa.

Disegniamo quindi un cerchio che abbia lo stesso diametro del diametro interno dell’anello cassa.

Disegniamo poi un secondo cerchio per lo spessore, con trasformazione “Differenza” nel menu tracciato creiamo anche questo elemento.

Per la colorazione sempre un gradiente radiale con  i valori mostrati nell’immagine a sinistra.

Allineiamo il ferma-vetro con i centri degli elementi creati in precedenza, come mostrato nell’immagine.

Il quadrante

Il primo elemento che andremo a realizzare è il fondo del quadrante, in sostanza un cerchio dello stesso diametro interno del ferma-vetro.

Il colore è direttamente campionato dal quadrante della foto di riferimento.

cerchi-misura-tacche2

Siamo giunti alla creazione delle varie tacche che compongono il quadrante, secondi e ore.

Iniziamo con le tacche dei secondi, la prima cosa da fare è disegnare due cerchi sopra l’immagine di riferimento per avere un’idea approssimativa della lunghezza delle tacche, come mostrato nell’immagine.

I cerchi li ho colorati diversamente per una più facile selezione, perché poi si dovrà applicare la trasformazione booleana per “Differenza” nelle opzioni del tracciato.

tacca-clone

Creiamo questo anello, che determinerà l’altezza delle tacche e di seguito disegniamo con lo strumento Tracciati un segmento verticale perpendicolare, come mostrato nell’immagine.

Quando ci sono elementi di colore bianco, inizialmente li coloro diversamente per effettuare le operazione del caso, in seguito gli assegno il colore di appartenenza.

Selezioniamo il segmento due volte per far comparire il crocino di rotazione e spostiamolo, con gli snap del centro di rotazione attivi, al centro dell’anello.

Apriamo lo strumento Crea cloni in serie e impostiamo i valori come mostrato nell’immagine a sinistra.

Il valore di si ottiene dividendo 360° che è l’angolo di rivoluzione attorno al cerchio per il numero di elementi desiderati, quindi, 360°:60= 6°.

Nell’immagine a sinistra le tacche sono state prima scollegate tra di loro come cloni, trasformando i segmenti in elementi separati, poi sono stati cancellati i segmenti appartenenti ai quarti e hai 5 minuti sul quadrante, spazi che verranno riempiti con tacche triangolari come da foto di riferimento.

Prima di allineare le tacche con il fondo del quadrante, selezioniamole tutte e raggruppiamole.

Nell’immagine a sinistra le tacche sono state prima scollegate tra di loro come cloni, trasformando i segmenti in elementi separati, poi sono stati cancellati i segmenti appartenenti ai quarti sul quadrante, spazi che verranno riempiti con tacche triangolari come da foto di riferimento.

Attiviamo adesso lo strumento Disegna tracciati e spostiamoci sull’immagine di riferimento e creiamo la tacca a forma di triangolo rovesciato.

Il contorno in questo caso l’ho lasciato bianco per visualizzare meglio il tracciato, lo cambierò in seguito in nero.

Provando a campionare il colore delle tacche, dalla foto, non veniva un colore a me congeniale, dopo varie prove ho stabilito che questo poteva andare bene, il valore esadecimale è: #e9c085ff

Portiamo adesso la tacca appena creata nell’area di disegno, assegniamo un colore nero per il contorno e duplichiamo l’oggetto con il comando Ctrl+D.

Spostiamo l’oggetto appena duplicato, togliamo il colore di riempimento e assegniamo un colore di contorno con questo valore: #4d4d4dff.

Lo spessore del contorno invece dovrà avere un valore di 0,177mm. Modifichiamo adesso la sfocatura del contorno portandola a 2, e aumentiamo leggermente la dimensione dell’oggetto scalandolo uniformemente, il tutto mostrato nell’immagine a sinistra.

Accoppiamo i due elementi con lo strumento Allinea e distribuisci, sia sull’asse orizzontale sia su quello verticale.

Nell’immagine a sinistra il risultato dell’accoppiamento.

Posizioniamo la tacca appena creta tra le tacche dei secondi alle ore 12 e centriamo l’elemento al fondo del quadrante sull’asse verticale.

Spostiamo il crocino del baricentro della tacca in corrispondenza del baricentro del fondo del quadrante, come mostrato nell’immagine a sinistra.

Con lo strumento Crea cloni in serie impostiamo a 4 il numero di copie nella colonna e a 90° l’angolo di rotazione, 360°:4= 90°.

Cancelliamo l’ultima tacca che si sovrappone a quella di origine, a sinistra il risultato della clonazione in serie.

Passiamo adesso alla creazione delle tacche degli intervalli di 5 minuti.

Disegniamo un tracciato con lo strumento Tracciati, e per farlo ci posizioniamo sull’immagine di riferimento e abbozziamo un triangolo, come fatto per le tacche dei quarti.

La procedura è la medesima anche per la creazione dell’ombra, da posizionare sotto la tacca, raggruppiamo poi i due elementi e li posizioniamo sopra la tacca delle  ore 12 e centrata rispetto all’asse verticale al fondo del quadrante, come mostrato nell’immagine a sinistra.

Con lo strumento Crea cloni in serie ripetiamo la procedura come per le tacche dei quarti, ma questa volte le copie nella colonna devono essere 12 e l’angolo di rotazione di 30°, 360°:12= 30°.

Cancelliamo le tacche che sono in più, quelle sovrapposte alle tacche dei quarti.

Nell’immagine il risultato della clonazione in serie.

Con lo strumento Disegna tracciati, disegniamo un tracciato per i numeri all’interno del quadrante, quelli delle ore 12, 3, 6 e 9.

Ci posizioniamo sull’immagine di riferimento e abbozziamo un tracciato, come mostrato nell’immagine a sinistra.

In questo caso ho dato un colore rosso al contorno per visualizzarlo meglio, in seguito il contorno verrà disabilitato.

Ripetiamo l’operazione per i numeri 3 e 6 per il 9 è sufficiente riflettere il tracciato con i comandi da tastiera V e poi H.

Cerati i quattro tracciati, togliamo il contorno, gli diamo un riempimento bianco, li raggruppiamo e li centriamo su tutte e due gli assi al centro del fondo del quadrante, come mostrato nell’immagine a sinistra.

Il logo e il modello dell’orologio li ho presi da internet, importati in Inkscape e vettorializzati con lo strumento Vettorializza bitmap.

Per il posizionamento mi sono aiutato con le guide, passanti per il centro del quadrante e con un rettangolo, disegnato sull’immagine di riferimento, che mi facesse da distanziatore tra il numero 12 ed il logo Omega, come mostrato nell’immagine a sinistra.

Per il testo inferiore, non conoscendo il nome del font, ho utilizzato il font Freesans semi-bold e adattato sempre sull’immagine di riferimento.

Ho utilizzato sempre un rettangolo che mi facesse da distanziatore tra il numero 6 ed il testo, come mostrato nell’immagine.

Clicca per ingrandire

Per creare il testo SWISS MADE, mi sono sempre avvalso dell’immagine di riferimnento, quindi ho trasformato il testo in tracciato, adattato ed infine ho applicato il filtro tracciati Piegatura.

Nell’animazione a sinistra, per una maggiore comprensione ho applicato il filtro alla scritta CHRONOMETER, ma solo per far vedere meglio la procedura.

Il risultato della scritta SWISS MADE.

Serigrafie anello ghiera

Le serigrafie dell’anello ghiera, che mostrano i minuti ad intervalli di 5, le ho in parte ricalcate con lo strumento Disegna tracciati dall’immagine di riferimento e in parte utilizzato un font e poi trasformato in tracciato, quindi, riposizionate e ruotate per meglio adattarle alla realtà, come mostrato nell’immagine a sinistra.

Per creare il cerchio fluorescente, sempre sull’anello della ghiera, mi sono aiutato con l’immagine di riferimento e come si può vedere nell’immagine a sinistra ho creato quattro elementi che composti insieme danno all’incirca l’effetto desiderato.

Per gli anelli grigi ho creato un cerchio solo con il contorno e gli ho assegnato una sfocatura del 2% ed un Gradiente radiale come mostrato in figura.

I colori utilizzati sono: 0b0b0bff per il primo step; abababff per il secondo step; d2d2d2ff per il terzo step; 767676ff per lo step finale.

Per il cerchio scuro il colore è 1e1e1fff.

Nell’immagine a sinistra i quattro cerchi sovrapposti e centrati sull’anello della ghiera.

Creazione delle lancette

Per la creazione delle lancette, anche questa volta mi sono avvalso dell’aiuto dell’immagine di riferimento, ho disegnato un tracciato, che nell’immagine è rosso per motivi di visibilità.

In effetti i tracciati sono due, uno per la parte metallica e uno per la parte colorata, li ho poi elaborati con un’operazione booleana per Differenza nel menu Tracciato.

Se si nota bene, la lancetta ha una parte chiara ed una scura, più in ombra, ho quindi creato un altro tracciato e con l’operazione booleana Intersezione ho creato anche la parte da colorare più in ombra.

Nell’animazione a sinistra la procedura.

Nell’immagine a sinistra la lancetta finita degli elementi della lancetta raggruppati.

Ho spostato, come si nota, anche il crocino del baricentro, in modo che dopo, nel posizionamento sul quadrante mi vada a coincidere con il baricentro del fondo. Così anche per le altre lancette.

La stessa procedura viene applicata per la lancetta dei minuti e per quella dei secondi.

Nell’immagine a sinistra, le lancette complete e posizionate sul quadrante dell’orologio.

Attacchi del cinturino

Anche questa volta, per creare l’attacco del cinturino, ci aiutiamo con l’immagine di riferimento e disegniamo un tracciato, come mostrato nell’immagine a sinistra.

La procedura per creare la forma è la stessa utilizzata per creare le lancette.

il primo elemento da colorare e sfumare è quello più evidente, assegniamo un Gradiente lineare, a questo elemento con 5 step di sfumatura, come mostrato nell’immagine.

Per il primo step, a partire dal basso, assegniamo un colore grigio fafafaff; per il secondo step eaeaeaff; per il terzo step e7e7e7ff; per il quarto step f3f3f4ff; per il quinto step b6b6b6ff.

Per l’elemento in penombra invece i colori sono questi, sempre a partire dal basso: Primo step 7a7a7aff; secondo step b4b4b4ff; terzo step c1c1c1ff; quarto step b1b1b1ff.

Disegniamo adesso un segmento, con lo strumento Disegna tracciati, proprio dove il cinturino verrà agganciato, per creare una leggera ombra, come si vede nell’immagine di riferimento.

Nell’immagine a sinistra il segmento posizionato, con un colore 000000ff ed una sfocatura del 4%.

Raggruppiamo tutti gli elementi dell’attacco, duplichiamo il gruppo e lo riflettiamo specularmente, posizioniamo poi i due gruppi all’incirca nella posizione sotto la cassa, o la ghiera, come si vede nell’immagine di riferimento.

Una volta posizionati li raggruppiamo di nuovo tra loro e li duplichiamo, poi li riflettiamo sull’asse orizzontale e li spostiamo nella parte inferiore, come mostrato nell’immagine a sinistra.

La corona

Per creare la corona disegniamo due tracciati come mostrati nell’immagine, poi spostiamoli di fianco la corona, alla sua destra.

Togliamo il contorno e riempiamoli di un colore grigio a piacere.

Clicca per ingrandire

Per creare la dentatura della corona assegniamo al colore un Gradiente lineare, e aggiungendo svariati step al gradiente, assegniamo di volta in volta un colore a ciascuno, campionandolo dalla corona nella foto di riferimento. La precisione assoluta non si può ottenere e neanche è richiesta, visto che si tratta di un’illustrazione, quindi bisogna cercare di avvicinarsi all’idea del vero.

Nell’immagine a sinistra si notano tutti gli step inseriti per creare le sfumature che simulano la dentatura.

Per il tappo della corona assegniamo un Gradiente lineare a tre step.

Nell’immagine a sinistra la corona posizionata e centrata sull’asse orizzontale dell’orologio.

Il cinturino

Con l’immagine di riferimento disegniamo il perimetro del cinturino con lo strumento Disegna tracciati, come mostrato in figura.

Spostiamo il tracciato nell’area di disegno, impostiamo il contorno invisibile e assegniamo un colore marrone di riempimento.

Successivamente assegniamo un Gradiente lineare con gli step mostrati nell’immagine a sinistra.

I colori per gli step, a partire dal basso sono: primo step 72422eff; secondo step 733f1fff; terzo step aa6d4bff; quarto step bb7755ff; quinto step a16f57ff; sesto step 805844ff; settimo step 774a34ff; l’ottavo  e il nono step possono avere qualsiasi colore, non influiranno sul risultato finale.

Duplichiamo il cinturino e gli assegniamo un colore di servizio, poi con lo strumento Disegna tracciati disegniamo un tracciato come mostrato nell’immagine.

Selezioniamo adesso tutti e due gli elementi e dal menu Oggetto »» Fissaggio »» Imposta per clippare solo l’elemento giallo, ci servirà per creare quella depressione che crea ombra nel cinturino.

Nell’immagine a sinistra l’elemento Fissato con un colore Gradiente lineare, i colori per i vari step, a partire da sinistra, sono: primo step 7b4e38ff; secondo step 85553dff; terzo step 573828ff; quarto step 5d3c2bff; quinto step 754b34ff; sesto step a76b49ff.

Infine assegniamo una sfocatura del 16.8%.

Posizioniamo l’elemento appena creato sulla parte sinistra del cinturino e poi con il comando Ctrl+D lo duplichiamo, con il comando da tastiera H lo riflettiamo sull’asse verticale e lo posizioniamo nella parte opposta, come mostrato nell’immagine.

Posizioniamo l’elemento appena creato sulla parte sinistra del cinturino e poi con il comando Ctrl+D lo duplichiamo, con il comando da tastiera H lo riflettiamo sull’asse verticale e lo posizioniamo nella parte opposta, come mostrato nell’immagine.

L’ultima creazione è quella delle cuciture, si potrebbero creare molto meglio di come sono venute, ma a mio avviso, essendo un’illustrazione, è solo perdita di tempo, per i dettagli veri basta fare una fotografia.

Prendiamo lo strumento Crea linee calligrafiche o più semplicemente Stilo e disegniamo un segmento pari all’incirca a quello dell’immagine di riferimento. Impostiamo le opzioni come nell’immagine mostrata in basso.

Clicca per ingrandire

Assegniamo al segno appena creato un colore pari a: ffffe8ff e una sfocatura a 0,9%.

Duplichiamo i segni e posizioniamoli sopra le parti in ombra del cinturino.

Raggruppiamo tutti gli elementi, duplichiamo il gruppo, lo riflettiamo sull’asse orizzontale e lo posizioniamo in basso.

Quest’ultimo gruppo lo stiriamo leggermente perché, come da foto di riferimento è leggermente più lungo.

In basso il risultato finale dell’illustrazione!!

Potrebbero interessarti anche...

Top