Selezione primo piano

Gimp
sel-foreground
Selezione primo piano
Selezione primo piano

Lo strumento “Selezione primo piano” permette l’estrazione di una porzione di un’immagine o una foto dal resto del contesto, solitamente qualcosa che è posto in secondo piano. La scorciatoia da tastiera manca, quindi è da creare attraverso le opzioni di Gimp. È uno strumento potente se usato con cognizione, ha di contro una notevole richiesta di risorse hardware, quindi fate attenzione ad usarlo su immagini molto grandi di risoluzione con computer datati, ci potrebbero volere minuti prima di ottenere una selezione.

Il pannello delle opzioni, oltre alla classica modalità di selezione (rimpiazza, aggiunge, sottrae e interseca) ha la possibilità di sfumare i margini, come già visto con altri strumenti di selezione.

Nella sezione “Modalità disegno” si può decidere se estrarre una selezione in primo piano, lo sfondo e un’opzione che attualmente non è chiaro cosa faccia, ossia, disegna lo sconosciuto.

Scorrendo la vista del pannello in basso incontriamo lo slider dello spessore della delineatura, una sorta di pennello che servirà durante il processo di selezione.

Abbiamo la possibilità di cambiare il colore della maschera di anteprima (rosso, verde, blu e grigio).

A differenza della versione 2.8 di Gimp questo pannello presenta la possibilità di scegliere due motori di calcolo: il Matting Global e il Matting Levin.

In base alle svariate prove effettuate posso dire che il secondo metodo, Matting Levin, è quello che ottiene risultati migliori.

I due slider che si attivano quando si sceglie questa modalità di “Matting” generalmente vanno lasciati così come li troviamo, ma si possono comunque fare delle prove per vedere se si ottengono risultati più precisi.

Nel video che segue si può vedere come estrarre una rosa dal contesto della foto.

Play Video

Potrebbero interessarti anche...

Top