Strumento seleziona

Inkscape
strumento-seleziona

È il primo degli strumenti che incontriamo e probabilmente quello più usato di tutti. Permette di selezionare, spostare o ruotare, riflettere, dimensionare e modificare alcune caratteristiche degli oggetti presenti nella scena.

Appena si crea un oggetto e si seleziona lo strumento, che può anche essere invocato dal comando da tastiera F1, si attiva una barra opzioni, posizionata nella parte alta dell’interfaccia, come si vede nella in basso.

Questa barra a sua volta è divisa in varie sezioni, scopriamo quali sono e a cosa servono.

Sezione selezione
Tipi di selezione

La prima sezione è quella dedicata alla selezione, con la prima opzione (CTRL+A), possiamo selezionare tutti gli oggetti o nodi presenti nella scena ma solo del livello corrente, mentre con la seconda opzione (CTRL+ALT+A) possiamo selezionare tutti gli oggetti indipendentemente dal livello di appartenenza, la terza opzione invece deseleziona tutti gli oggetti e non ha una scorciatoia da tastiera assegnata di default.

Sezione ruota e rifletti
ruota e rifletti oggetti

La seconda sezione della barra delle opzioni dello strumento Seleziona e Trasforma è dedicata alla rotazione oraria o antioraria di 90° e la riflessione di un oggetto sull’asse X o sull’asse Y.

ruota-1
Posizione originale dell'oggetto
ruota-2
Oggetto rutotato di 90° in senso orario

La prima opzione di questa sezione ci permette di ruotare di 90° un oggetto in senso antiorario, mentre la seconda in senso orario (nelle figure a sinistra un esempio diretto ).

riflessione-1
Posizione originale dell'oggetto
riflessione-2
Riflessione verticale

La terza e la quarta opzione invece consentono di riflettere un oggetto sia sull’asse verticale (Y) o sull’asse orizzontale(X). Le scorciatoie da tastiera sono rispettivamente H e V. Nelle figure a sinistra un esempio di riflessione verticale.

Sezione stack o pila oggetti
stack-seleziona

Questa sezione invece si occupa della gestione degli stack degli oggetti, ossia, di come vengono impilati tra di loro quando appartengono ad uno stesso livello. Inkscape oltre a lavorare con i livelli consente anche questo tipo di soluzione, un vantaggio ulteriore nella creazione di oggetti che molte volte ci potrà tornare utile.

Ci sono quattro icone, due con la barra gialla e due con la barra blu. Le prime due posizionano un oggetto rispettivamente in fondo o lo abbassano di un livello, le altre due fanno invece l’opposto. Vediamo nelle figure sotto alcuni esempi con l’utilizzo di queste opzioni.

stack-iniziale
Figura A

Nella scena abbiamo, sullo stesso livello, tre oggetti: un triangolo rosso in fondo, un rettangolo blu in secondo piano ed un’ellisse verde in primo piano (figura A).

Se vogliamo alzare di un livello il triangolo rosso, lo selezioniamo con il puntatore e clicchiamo sull’icona e il triangolo rosso si posizionerà tra il rettangolo blu e l’ellisse verde, come mostrato nella figura B.

stack-triangolo
Figura B

Osserviamo che ora il rettangolo blu è passato sul fondo, mentre il triangolo è salito di un livello.

Ora invece portiamo l’ellisse verde giù di un livello, selezioniamo l’ellisse e clicchiamo su questa icona , come rappresentato nella figura C, l’ellisse verde è passato dietro il triangolo rosso.

stack-ellisse
Figura C
stack-rettangolo
Figura D

Come ultima operazione portiamo il rettangolo blu in primo piano, selezioniamo il rettangolo blu e clicchiamo su questa icona Come possiamo osservare dalla figura D, ora il rettangolo blu è passato in primo piano.

Sezione posizione e dimensioni
Posizione e dimensioni
tendina-unità-dimensioni

Con le opzioni di questa sezione possiamo controllare la posizione sull’asse X e sull’asse Y e la dimensione di un oggetto, abbiamo anche la possibilità di scegliere con quale unità di misura dimensionare un oggetto, scegliendola dall’apposito menu a tendina, come mostrato nella figura a sinistra.

Se vogliamo spostare un rettangolo con precisione e conosciamo le coordinate della scena, lo possiamo fare attraverso le prime due caselle di questa sezione, notiamo che la prima casella è contrassegnata dalla lettera X, significa che ogni volta che cambieremo il valore, sia positivo sia negativo, l’oggetto si sposterà sull’asse X (orizzontalmente), stessa funzione nella seconda casella che riporta la lettera Y ma che sposterà l’oggetto sull’asse Y (verticalmente).

Quadrato posizione iniziale
Quadrato posizionato alle coordinate X: 0,0 e Y: 0,0

Nell’esempio a sinistra, abbiamo un quadrato alle coordinate 0,0 sull’asse X e 0,0 sull’asse Y. Impostiamo come unità di misura “mm” e spostiamoci di 50 mm sull’asse X, per farlo, selezioniamo il quadrato con lo strumento Seleziona e successivamente portiamo il cursore nella casella e scriviamo 50 e diamo INVIO.

Quadrato spostato di 50 mm
Quadrato spstato di 50mm sull'asse X

Come notiamo, il quadrato si è spostato di 50mm sull’asse X a destra perché abbiamo immesso un valore positivo, se avessimo inserito -50 lo avremmo spostato di 50mm a sinistra.

Quadrato spostato di 50mm + 20mm asse X
Quadrato spstato di 50mm + 20mm sull'asse X

Se invece vogliamo spostare il quadrato di altri 20mm abbiamo due possibilità, selezionando sempre l’oggetto inseriamo nella casella della X 70 e diamo INVIO, il quadrato si sposterà di altri 20mm perché era già alle coordinate 50mm, possiamo anche scrivere alla fine del numero +20, Inkscape, capisce che nel campo si vuole fare una somma e automaticamente aggiunge 20mm alla coordinata precedente (50,000+20), in effetti riconosce tutte le quattro operazioni base.

Quadrato 100mm asse Y
Quadrato spostato di 100mm sull'asse Y

Alziamo adesso di 100mm sull’asse Y (verticale) il quadrato. Selezioniamolo e portiamoci nella casella delle Y, scriviamo 100 e diamo INVIO, osserviamo la figura a sinistra, il quadrato si è alzato di 100mm.

Quadrato :2 asse Y
Quadrato spostato di -50mm dividendo per 2

Facciamo scendere, sempre sull’asse verticale Y, il quadrato di 50mm, selezioniamo l’oggetto e nella casella delle Y scriviamo, dopo l’ultimo zero, /2 (diviso due), il quadrato si posizionerà a 50mm, 100/2=50mm.

Il quadrato ora è posizionato a 70mm sull’asse delle X e a 50mm sull’asse delle Y.

posizione-finale-quadrato

Le altre due opzioni di questa sezione gestiscono le dimensioni di un oggetto nella scena e rispettivamente controllano la larghezza L e l’altezza H, come riportato nelle relative caselle di controllo numerico.

Vediamo alcuni esempi nei paragrafi seguenti.

rettangolo-dimensioni-iniziali
Dimesioni iniziali del rettangolo

A sinistra, nella figura, un rettangolo di dimensioni L= 40mm e H= 60mm e posizionato al centro dell’area di disegno.

Rettangolo aumentato di 20mm in altezza
Rettangolo aumentato di 20mm in altezza

Ora aumentiamo di 20mm in altezza H il rettangolo, lo selezioniamo e nella casella delle dimensioni H scriviamo dopo l’ultimo zero +20 e diamo INVIO, il rettangolo ora misurerà 40x80mm.

Rettangolo aumentato di 50mm in larghezza
Rettangolo aumentato di 50mm in larghezza

Aumentiamo adesso in larghezza L il rettangolo, lo selezioniamo e nella casella delle dimensioni L scriviamo, dopo l’ultimo zero +50 e diamo INVIO, il rettangolo ora avrà le seguenti dimensioni: 90x80mm.

Rettangolo dimensionato proporzionalmente
Rettangolo ridimensionato proporzionalmente

Se notiamo bene, tra le due caselle delle dimensioni L e H c’è l’icona di un lucchetto lucchetto, Inkscape ci offre la possibilità di ridimensionare un oggetto in modo proporzionale, quindi, attiviamo il lucchetto cliccandoci sopra e portiamo il cursore nella casella delle dimensioni H, selezioniamo tutto e scriviamo 40 e diamo INVIO.

Le nuove dimensioni sono 50×44,444mm, per capire come funziona il fattore di proporzione è semplice, dividiamo il valore precedente della larghezza per il valore precedente dell’altezza, ossia, 90/80= 1,125.

Da questa divisione capiamo che l’altezza del rettangolo è 1,125 volte più piccola della larghezza e quindi ecco spiegato il perché dell’altezza con valori decimali.

Gestione delle caratteristiche di contorno e riempimento di un oggetto
Gestione caratteristiche

Con queste opzioni andiamo a controllare il comportamento dei comtorni e del riempimento di un oggetto.

Cerchio con contorno di 4mm e diametro 25mm

La prima opzione adatta il contorno relativamente all’ingrandimento o alla riduzione di un oggetto. Nelle figure a sinistra vediamo come partendo da un cerchio con contorno di 4mm e diametro 50mm se andiamo a ridurre il diametro a 25mm deselezionando questa opzione otterremo che il contorno sarà sproporzionato rispetto al diametro del cerchio, ciò non toglie invece che si voglia ottenere quel determinato risultato.

Cerchio ridotto di 25mm

Come si può notare, cliccando sulla figura a sinistra per ingrandirla, il contorno è rimasto lo stesso del cerchio iniziale, quindi nel caso si voglia ottenere un risultato simile è sempre meglio tenere attivata quest’opzione. Inkscape, di default, ha tutte e quattro queste opzioni attivate.

110x110mm, contorno di 6mm e raggio angoli 25mm

La seconda opzione di questa sezione gestisce il comportamento dell’arrotondamento degli angoli durante il ridimensionamento. Creiamo un quadrato di 110x110mm con un contorno di 6mm ed un raggio agli angoli di 25mm.

50x50mm, contorno di 6mm e raggio angoli 25mm

Se disattiviamo questa opzione durante il ridimensionamento a 50x50mm del quadrato, gli angoli manterranno il raggio iniziale di 25mm e quindi si formerà un cerchio, infatti il raggio dell’angolo moltiplicato per se stesso da come risultato 50 (25×25|25x25mm).

Spostamento e trasformazione manuale
oggetto-selezionato
Figura A
trasformazione-ctrl
Figura B

Lo strumento Seleziona e trasforma consente lo spostamento e la trasformazione degli oggetti direttamente sulla scena, agendo con il puntatore del mouse.

Per selezionare un oggetto è sufficiente cliccarci sopra e ci accorgiamo della sua selezione perché attorno all’oggetto si crea una gabbia tratteggiata con otto maniglie (figura A), tali maniglie servono a trasformare l’oggetto nelle sue dimensioni mentre per spostarlo lo si trascina col mouse.

La trasformazione attraverso le maniglie è libera, ossia, al trascinamento di una delle maniglie si trasforma l’oggetto, se invece vogliamo vincolare la sua trasformazione in modo proporzionale, mentre trasciniamo la maniglia, teniamo premuto il tasto CTRL.

In questa modalità la trasformazione è vincolata in punto, ed il fulcro è sempre posizionato all’opposto della maniglia trascinata. Nella figura B osserviamo che nel trascinare la maniglia in alto a destra (cerchiata di verde) il fulcro per mantenere la proporzione è posizionato al suo opposto (una piccola crocetta cerchiata di verde).

trasformazione-ctrl-avvenuta
Figura C
Figura D

Come possiamo osservare dalla figura C, il quadrato si è trasformato in modo proporzionale rispetto alla dimensione originale e ha mantenuto il centro di trasformazione proprio nell’angolo opposto alla maniglia di trasformazione.

Se invece volessimo trasformare l’oggetto dal suo centro teniamo premuti i tasti CTRL + MAIUSC.

Nella figura D, infatti, osserviamo che la trasformazione è avvenuta con il centro che ricade al centro dell’oggetto stesso.

Per ruotare un oggetto direttamente nella scena è sufficiente cliccare due volte sullo stesso, le maniglie si trasformano come mostrato nella figura a sinistra ed appare evidente il centro di rotazione. Agendo sulle maniglie poste ai quattro angoli e trascinandole avverrà una rotazione su se stesso, questo perché il centro di rotazione è al centro dell’oggetto. C’è la possibilità di spostare il centro di rotazione, lo si trascina e lo si posiziona nel punto desiderato

Oggetto ruotato su ste stesso

Ecco l’oggetto ruotato su stesso, in questo caso ho trascinato la maniglia in alto a destra, come possiamo notare è ben visibile il centro di rotazione.

Quando è utile spostare il centro rotazione? Un esempio potrebbe essere quello di ruotare più copie di un oggetto per disporle in cerchio.

Centro di rotazione spostato in basso

La prima operazione da fare è spostare il centro di rotazione, in questo caso l’ho spostato in basso, tenendo premuto il tasto CTRL per mantenere l’ortogonalità (figura A).

Rotazione del duplicato a passi di 15°

Prima di effettuare la rotazione duplichiamo il nostro quadrato, digitiamo da tastiera CTRL+D, con questo comando facciamo una copia esatta dell’oggetto selezionato, l’oggetto duplicato giace su quello originale, a questo punto trasciniamo la maniglia in alto a destra verso il basso, tenendo premuto il tasto CTRL, ci permetterà di vincolare la rotazione a passi di 15°, facciamogli fare quattro passi di rotazione, in totale saranno 60°, nella figura il risultato della rotazione.

Rotazione finale del quadrato duplicato

Continuiamo a duplicare e ruotare il quadrato come descritto nel paragrafo precedente fino ad ottenere il risultato mostrato in figura.

Come si può notare il centro di rotazione è al centro di questa ipotetica figura che si è venuta a creare, disponendo i quadrati attorno una ipotetica circonferenza.

Se si volesse riportare il centro di rotazione al centro preciso dell’oggetto è sufficiente cliccare sulla crocetta tenendo premuto il tasto MAIUSC.

Potrebbero interessarti anche...

Top