Tracciati

Gimp
tracciati
opzioni-tracciati
Pannello opzioni tracciati

Lo strumento tracciati è uno degli strumenti più potenti che Gimp mette a disposizione. La scorciatoia da tastiera è B.

Ho voluto inserire questo strumento nella sezione degli strumenti di selezione, in effetti è molto di più, è anche uno strumento di disegno che ha in se tutte le caratteristiche di uno strumento di un programma vettoriale. I tracciati che crea, in termini di risorse, sono quasi pari allo zero, significa che si possono creare quasi infiniti tracciati e non andranno a sollecitare memoria e processore.

Il pannello delle opzioni nella sezione modifica presenta tre voci:

  • Progetta;
  • Modifica;
  • Sposta.

C’è da sottolineare che questo strumento può creare tracciati poligonali, curvilinei ma anche misti.

pannello-tracciati
Scheda Tracciati

Ogni volta che si crea un tracciato, questo, viene memorizzato in una sua propria scheda, che ha in comune alcune caratteristiche del pannello Livelli, quindi, i vari tracciati possono essere cancellati, collegati tra di loro, possono essere visibili o meno e possono essere duplicati. La cosa positiva è che quando si salva il file i tracciati vengono mantenuti, quindi, alla riapertura li troveremo ancora presenti nella sua scheda.

schede

Di solito troviamo la scheda Tracciati sulla parte destra del layout di Gimp, dopo la scheda Canali, come si vede nell’immagine. Se invece non dovesse esserci la si può richiamare attraverso il menu Finestre »» Pannelli agganciabili »» Tracciati.

Una volta attivato lo strumento possiamo decidere se il nostro tracciato deve essere libero oppure vincolato ad una forma poligonale. Per disegnare un tracciato poligonale spuntare la voce “poligonale” nel pannello delle opzioni. Durante il tracciamento, comunque, è possibile disattivare e attivare secondo necessità la modalità Poligonale.

Ogni volta che si crea un tracciato, questo, viene memorizzato nella relativa scheda, come si vede in figura.

Il tracciato può essere sia aperto sia chiuso e può contenere segmenti e linee curve contemporaneamente. Per creare un tracciato curvilineo si procede creando il primo punto facendo un clic nella scena, il secondo punto va fatto con un secondo clic ma tenendo premuto il tasto e trascinando questo nella direzione voluta, si otterrà, quindi, una curva più o meno raggiata a seconda di come si accentua lo spostamento del mouse. Questo strumento utilizza il metodo Bezier per tracciare curve, quindi è opportuno chiamarle curve di Bezier.

tracciato-poligonale
Tracciato poligonale
tracciato-bezier
Tracciato con curve Bezier
tracciato-aperto-bezier
Tracciato aperto
tracciato-misto
Tracciato chiuso con segmenti e curve di Bezier

Come si nota dalle immagini, ad ogni clic si crea un nodo, per i nodi delle curve di Bezier si generano anche due maniglie, queste servono in una fase successiva per raffinare la curva, proprio trascinando una maniglia o l’altra per aumentare o diminuire il raggio e quindi la forma. Se la modalità Poligonale non è selezionata anche un nodo ad angolo può essere convertito in Bezier, tenendo premuto il tasto CTRL e trascinandolo si convertirà ed appariranno le maniglie di trasformazione. Ulteriori approfondimenti si potranno vedere nel video che segue.

tracciati
Play Video

Strumento Tracciati – Attivare i sottotitoli

Tips

È importante ricordarsi che per chiudere un tracciato bisogna tenere premuto il tasto CTRL, in prossimità del primo nodo il cursore si trasformerà in un’icona a forma di catena che permetterà di chiuderlo.

Il pannello delle opzioni nella sezione modifica presenta la voce “Sposta (Alt)”, se siete con sistemi Linux è probabile che abbiate configurato le finestre con il tasto ALT per spostarle, di conseguenza se andrete a spostare il tracciato tenendo premuto solo quel tasto si sposterà la finestra anziché il tracciato, per ovviare a questo inconveniente è sufficiente tenere premuti i tasti CTRL+ALT e sarà possibile spostarlo.

Potrebbero interessarti anche...

Top